Seleziona una pagina

L’Associazione ‘O Globo ONLUS di Angri, organizzatrice di COFFI – CortOglobo Film Festival Italia, è una realtà che opera dal 1997 sul territorio nazionale ed europeo.

L’Associazione ha svolto sin dall’inizio un’intensa attività soprattutto attraverso interventi per la promozione della cultura e dell’arte in tutte le sue forme e ha sviluppato una notevole capacità di programmazione e progettualità di eventi culturali come mostre, convegni e presentazione di libri.

Tra le tante attività si afferma nel 2004, con un notevole successo di pubblico e di grande partecipazione artistica, il COFFI – CortOglobo Film Festival Italia.

Con l’iscrizione di oltre 160 opere italiane e di 4 provenienti dall’estero, sin dall’inizio il festival ha dimostrato che aveva decisamente bruciato le tappe, inserendosi subito tra i concorsi nazionali più importanti dedicati al genere. Un successo che è poi cresciuto di anno in anno con oltre 8.000 pellicole selezionate, 450 corti mostrati, 600 artisti ospitati, 90 scuole presenti e 35.000 persone accorse, dal 2004, rappresentano i numeri in continua crescita della manifestazione.

Negli anni l’evoluzione non è stata esclusivamente numerica: si è riusciti nel corso di questi 16 anni a dare una connotazione internazionale al festival creando gemellaggi con i migliori festival europei del settore e creando un edizione parallela a Berlino nella quale intorno alle proiezioni dei cortometraggi sono nate una serie di iniziative culturali di diverso contenuto artistico (musica, pittura, fumetto e teatro).

Grazie al grande richiamo di Berlino, considerata la nuova capitale europea dell’arte, si è creato anche intorno al festival in Italia un interesse artistico che ha impreziosito la sua declinazione naturale. Il COFFI Festival è diventato negli anni una vetrina onnicomprensiva in cui, intorno alla rassegna di corti, ruotano eventi, incontri, concerti e workshop tenuti dalle maggiori rappresentanze dell’arte non solo cinematografica.

Così COFFI negli anni si è trasformato in un vero e proprio Art Festival in cui il ruolo centrale del cinema possa essere sostenuto da eventi di varia natura.

Tutto questo, con i nostri 16 anni di storia, ha reso il Festival un punto di riferimento a livello europeo per il cinema indipendente.

La XV edizione del COFFI Festival 2020 sarà totalmente digital e saranno ancora raccontate le belle storie del cinema indipendente che abbiamo raccolto con i  cortometraggi prodotti da filmakers di tutte le età e provenienti da tutto il mondo con la loro lettura del mondo contemporaneo attraverso visioni, emozioni e cambi di prospettiva.

Certo ci mancheranno gli sguardi mediati che si sono incrociati in questi anni, ci mancheranno le vostre presenze nel percorso con i tanti incontri e traguardi raggiunti insieme ma in quest’edizione vogliamo trasformare la difficoltà di non poterci incontrare fisicamente in un’opportunità di aprirci al mondo e spingerci oltre.

Monicelli disse: “Il cinema non morirà mai, ormai è nato e non può morire: morirà la sala cinematografica, forse, ma di questo non mi frega niente” e la risposta in un momento di chiusura, un momento così difficile nella storia del mondo, è stata fortissima: “625 candidati e 20 finalisti”, sono questi i numeri da cui parte il COFFI Festival in questa nuova e prima versione digital ed eco-friendly.

Come ogni anni le categorie in concorso sono 4:

  • Sguardi D’Autore (categoria regina del Festival dedicata ai professionisti del settore);
  • Nuovi Percorsi (categoria dedicata a produzioni completamente indipendenti, con tematiche di forte impatto sociale);
  • Documentari (categoria rivolta al nuovo modo di raccontare il mondo e aperta a documentari di qualsiasi genere e formato);
  • Animazione (categoria rivolta ai ragazzi e agli amanti dei fumetti e del disegno).

 

I corti saranno proiettati durante le 5 giornate del Festival, dal 15 al 19 Dicembre in esclusiva streaming sul nostro portale: www.coffifestival.it .

Verranno valutati dalla nostra giuria tecnica, i cui componenti sono:

 

  • Mimmo Calopresti, presidente. Regista, sceneggiatore e produttore di fama internazionale. Dopo il grande successo con il film, per il quale vince il Nastro d’argento, “La parola amore esiste”, con Valeria Bruni e Gérard Depardieu. Ha fatto parte della giuria del Festival di Cannes nel 2001 e nello stesso anno partecipa al documentario riguardante Pier Paolo Pasolini.

Membro della giuria al Festival di Venezia nel 2004; nel 2006 firma il documentario “Volevo solo vivere” che affronta il tema dell’Olocausto. Nel 2007 dirige “L’abbuffata”, di cui cura anche il soggetto, interpretato ancora da Gérard Depardieu con Diego Abatantuono e Valeria Bruni Tedeschi.

Nel 2010 collabora alla sceneggiatura del nuovo film di Mario Monicelli, La nuova armata Brancaleone. Nel 2017 gira Immondezza – La bellezza salverà il mondo, un docufilm, omaggio a Pier Paolo Pasolini, prodotto da Magda Film e AICA, che racconta una corsa contro i rifiuti dal Vesuvio all’Etna dove ha vinto l’Awareness Film Festival di Los Angeles.

 

  • Antonella Ponziani, attrice di grande talento, esordisce giovanissima nel 1986 nel film “La Bonne” di Salvatore Samperi, l’anno seguente è scelta da Federico Fellini e in seguito anche da Paolo Virzì in due film.

Ottiene il David di Donatello e il Nastro d’argento come miglior attrice protagonista per il film Verso sud di Pasquale Pozzessere.

  • Gaetano Del Mauro, O.P. e fotografo noto del settore. Si cimenta anche nella regia con il corto “Tonino”, presentato con successo al Giffoni Film Festival.
  • Caterina Nardi, costumista di tante importanti produzioni che hanno scritto la storia del cinema italiano insieme al maestro Aurelio Grimaldi.
  • Mario Spinocchio, regista culto del settore indipendente.
  • Giuseppe Colella, presidente del Coordinamento Festival Cinematografici Campania, responsabile della sezione cinema e animazione del Napoli COMICON.

 

I nostri giurati saranno anche nostri ospiti dal 15 al 19 Dicembre. Ci racconteranno le loro storie in un’intervista quotidiana live con il nostro pubblico. A fine intervista ci mostreranno i loro lavori con le proiezioni fuori concorso di:

“Aspromonte – La terra degli ultimi” di Mimmo Calopresti. Film vincitore di vari premi. Narra del tentativo della comunità di un paesino arroccato sulle montagne dell’Aspromonte di migliorare le proprie condizioni, affrontando le istituzioni ed i prepotenti locali.

“Il delitto Mattarella”, l’ultimo film diretto da Aurelio Grimaldi (costumi di Caterina Nardi). Film dedicato alla figura di Piersanti Mattarella, uomo politico democristiano, ucciso dalla Mafia durante il suo mandato alla presidenza alla regione siciliana.

“Tonino” cortometraggio di Gaetano Del Mauro dedicato alla memoria di Antonio Esposito Ferraioli, cuoco e sindacalista Cgil ucciso dalla camorra il 30 agosto 1978. La sua colpa fu il rifiuto di cucinare carne marcia per la mensa della Fatme, grande stabilimento industriale di Pagani.

“Per i nemici Nora”, cortometraggio di Mario Spinocchio con una grande interpretazione di Antonella Ponziani, ha ricevuto numerosi riconoscimenti.  Affronta il tema dell’olocausto e la protagonista, una donna tedesca nella Roma della seconda guerra mondiale, riesce a salvare degli ebrei, venduti ai tedeschi dalla spia ebrea Celeste Di Porto.

Il tutto sarà fruibile, in prima visione e in esclusiva, solo per i followers e gli utenti chi si registreranno sul nostro portale www.coffifestival.it .

Durante le giornate del Festival ci saranno, inoltre, diversi Webinar e Workshop dedicati al nostro pubblico e in particolare agli studenti delle scuole superiori e delle accademie d’arti partners di COFFI – Festival.

Tra i quali segnaliamo:

 

COFFI DIRECTION

  • Incontro con il regista Alessio Maria Federici, che ci presenta “MaradoNapoli”, un docufilm toccante in cui si parla della bellissima storia d’amore tra il più grande calciatore mai esistito e un’intera città.

COFFI SCRIPT

  • Presentazione “Zodiaco Street Food” di Heman Zed. Una scrittura che toglie il fiato e ci regala un nuovo e irresistibile antieroe, plasmato da quella scaltrezza di provincia che non lascia scampo. Edito da NEO EDIZIONI.

 

  • Webinar sulla scrittura creativa con Roberto Cadonici, presidente del Centro Mauro Bolognini e docente di Lingua e letteratura italiana all’ Università degli Studi di Firenze.

 

COFFI PHOTO

  • Webinar con il maestro Nino Celeste, storico direttore della fotografia del cinema italiano. Ha lavorato nel cinema con Pier Paolo Pasolini, Damiano Damiani, Carlo Lizzani, Lucio Fulci, Mario Bava, Umberto Lenzi, Bruno Corbucci, Citto Maselli, Castellano e Pipolo, Federico Moccia. Per la tv ha diretto la fotografia delle prime quattro serie della storica serie Tv “La Piovra”.

 

COFFI ACTING

  • Workshop con Mario Zinno, attore italiano, anzi napoletano come lui stesso si definisce. Direttore artistico del Palapartenope e storico attore della compagnia di Massimo Ranieri.

 

COFFI TWINS

Come detto il COFFI Festival è una realtà presente in tutta Europa.

Anche quest’anno ci saranno le proiezioni dei corti vincitori dei festival gemellati da tutt’Europa con la visione di “In The Fall” di Tom Gentle e “An Island” di Rory Byrne, vincitori della categoria miglior film e della categoria animazione dell’ultima edizione dell’ESFF di Edimburgo, con l’intervista live agli autori e al direttore artistico dell’ESFF Paul Bruce.

STOP and START, il Covid ci ha fermati ma abbiamo capito che dovevamo ripartire da una nuova visione e mettere al centro di tutto l’essenziale. La XV edizione del COFFI Festival è ripartenza, cambio di prospettiva, il cinema e l’arte ci mostrano la strada. La parola d’ordine di quest’edizione è “INIZIA UNA NUOVA VISIONE”.

Buona visione.